Questa Coop incassa da voi 3.832.500 euro per ospitare 700 profughi, solo a Verona!

Vox
Condividi!

La Prefettura di Verona ha inviato a Sommacampagna, in provincia, altri nigeriani da ospitare in un bel bed and breakfast e seguiti dalla cooperativa Spazio Aperto, della presidente Zanoni. Ancora una coop.

Si aggiungono a quelli ospitati a spese dei contribuenti dalla parrocchia di Sant’Andrea dove tal don Tarcisio Soldà, rispondendo all’appello di Giuda, ha segnalato la disponibilità a ospitare cinque o sei giovani maschi africani che arriveranno a fine gennaio e alloggeranno nella nuova sede logistica della cooperativa I Piosi. Per 30 denari. Anzi, per 35 denari l’uno, al giorno.

La cooperativa Spazio Aperto, nella sola provincia di Verona gestisce il business di oltre settecento cosiddetti richiedenti asilo in dieci strutture, la maggior parte nella tenuta collinare di Costagrande (sopra Avesa), ma anche a Trevenzuolo, Grezzano di Mozzecane, Isola della Scala e Buttapietra.

Vox

Settecento clienti a spese degli italiani nella sola provincia di Verona. Mostruoso.

Di quale fatturato stiamo parlando: ogni cosiddetto profugo costa ai contribuenti 35 euro, la coop incassa così 10.500 euro il giorno. In un solo anno – gli affari vanno avanti da tempo e purtroppo andranno avanti ancora del tempo, se non ci ribelliamo – la coop Spazio Aperto incasserà nella sola provincia di Verona 3.832.500 euro dalle vostre tasse.

Se poi teniamo conto che il 94 per cento dei richiedenti asilo non lo otterrà, capiamo bene che trattasi di marchetta piddina.




Un pensiero su “Questa Coop incassa da voi 3.832.500 euro per ospitare 700 profughi, solo a Verona!”

I commenti sono chiusi.