Pseudo animalisti denunciano Sgarbi perché “offende capre”

Condividi!

Ci siamo occupati di questa associazione in occasione della diffusione di comunicati con statistiche spesso inaffidabili, la notizia che segue ci conforta nell’idea che invece degli animali, tengano molto alla pubblicità.

Non ha altra spiegazione, infatti, l’esposto alla Procura di Ferrara contro Vittorio Sgarbi perché “offende le capre”, presentato da Lorenzo Croce, presidente della sua ‘Associazione italiana difesa animali e ambiente’ (Aidaa), con il quale chiede “di verificare se l’uso spregiativo del termine ‘capra’, che lo stesso critico d’arte usa a sproposito, non sia un incitamento al maltrattamento di animali”.
Replica ironica di Sgarbi: “condivido pienamente le loro posizioni. Ho sempre inteso ‘capra’ come un complimento, considerando di molto inferiori alcuni uomini”.




Lascia un commento