Gesù Bambino decapitato in piazza

Vox
Condividi!

SEVESO (MONZA) – Nuova decapitazione rituale di un Gesù Bambino. Questa volta in provincia di Monza, a Seveso. Hanno agito di notte nella piazza della città, hanno colpito e si sono allontanati, sfruttando il buio.

Il 30 mattina la scoperta degli agenti, che hanno trovata la testa della statua sull’asfalto. Al momento, sono al vaglio le riprese delle telecamere di videosorveglianza del comune.

Intanto, l’amministrazione comunale si è già attivata per sostituire la statua, che – a causa dei danni – non può essere riparata. Lo scopo del sindaco e degli assessori è comprarne una nuova, per far sì che il presepe continui a restare in mostra in piazza almeno fino al 6 gennaio.

Resistere.

Vox

“Bastardi. Sono sono dei bastardi”. Usa volutamente termini forti Luca Allievi, capogruppo della Lega Nord, per commentare l’episodio della statua di Gesù Bambino decapitata. Quella del presepe allestito in piazza Cardinal Confalonieri e ora rimossa perché rimasta senza testa dopo l’atto compiuto da ignoti nella notte tra martedì e mercoledì.

Un linguaggio che non gli appartiene, benché Allievi sia sempre duro nelle sue prese di posizione. Ma, di certo, non ha mai utilizzato questi toni. Lo fa ora, volutamente, per cercare di scuotere la coscienza dei suoi cittadini riguardo al rispetto per il presepe e per chi continua a credere nei valori cattolici.

“Spero che le telecamere abbiano effettivamente immortalato il o la responsabile – afferma il capogruppo della Lega Nord – e, se mai verrà preso, che scatti una punizione esemplare. Nessun buonismo su ‘recupero sociale’ di un bastardo maledetto come questo”.

Allievi, che già aveva difeso l’allestimento del presepe in piazza Cardinal Confalonieri, a fronte delle esternazioni di Nadia Pogliani (Pd), vicepresidente del Consiglio comunale (aveva dichiarato pubblicamente di trovare fuori luogo il presepe, preferendo un villaggio di Babbo Natale), non rinuncia però a una frecciata nei confronti della maggioranza: “Inorridisco di fronte a Gesù Bambino decapitato, visto tutto ciò che rappresenta per noi quella statua, ma il gesto purtroppo non mi stupisce: del resto anche tra le istituzioni ci sono persone che non gradiscono questi simboli in piazza”.