Giornalista sloveno: “Sparare contro clandestini”

Condividi!

Sebastjan Erlah, giornalista sloveno e pubblicista, ha scritto durante un dibattito su “Twitter” che con i clandestini che assaltano i confini agirebbe radicalmente e senza pietà: dovrebbero essere uccisi.

La parole di Erlah hanno suscitato ovviamente l’indignazione di circostanza dalla solita ‘gente’, e il giornalista sarà spogliato del premio ha vinto due anni fa per l’impegno nella promozione dei valori democratici ed europei su cui si fonda la Slovenia.

Erlah non si è scusato.




Lascia un commento