Governo paventa ‘stagnazione secolare’



“C’è la ripresa ma è debole, non c’è
accelerazione. Veniamo dalla crisi fi-
nanziaria e dalla recessione” e “l’ipo-
tesi di stagnazione secolare non è pe-
regrina”. Così il ministro dell’Econo-
mia, Padoan, al convegno del Centro
studi di Confindustria.

“Dobbiamo sostenere gli investimenti e
il governo cerca di accelerare quelli
pubblici”, assicura. Sferza gli impren-
ditori: “Dovete essere più ottimisti ed
aggressivi”. “Bisogna fare cose per al-
zare la dimensione delle imprese”. E
rinnova l’invito al dialogo.

Non puoi comprimere i salari con la globalizzazione dei lavoratori e l’importazione di immigrati, e pensare che non arrivi la stagnazione secolare.

Quella del 2008 non era una ‘crisi’, era l’aspetto di un fenomeno profondo e duraturo. L’esplosione di una bolla che mascherava un impoverimento generale delle classi medie attraverso l’indebitamento ‘forzato’ per il consumo.



Lascia un commento