Protesta a Roma degli obbligazionisti Banca Etruria: “Noi truffati da Renzi e dalla sua amichetta”

Condividi!

Oggi c’è stata una protesta a Roma, dei truffati dalle banche del PD. Sono quasi tutti provenienti dalla Toscana e hanno manifestato sotto Montecitorio contro il decreto Salva-Banche che ha messo in salvo le banche ma non gli azionisti e, soprattutto, gli obbligazionisti subordinati.

E’ noto che si tratta di Banca delle Marche, Popolare dell’Etruria (BOSCHI) e del Lazio, Cassa di risparmio di Ferrara e Cassa di risparmio di Chieti.


“Ho perso 60mila euro, mia sorella 10mila e mia mamma 20mila con Banca Etruria“, racconta una signora che arriva dalla provincia di Firenze.

“Mi ha chiamato direttamente il direttore della banca – spiega una donna – e ci ha detto che avevamo troppi risparmi e dovevamo investirli ma pensavo che in qualsiasi momento avrei potuto ritirare i miei soldi”.

“Noi truffati da Renzi e dalla sua amichetta”, sbotta un altro, di Arezzo.

“Ma chi l’ha votato Renzi, chi?”, chiede un risparmiatore toscano che ha perso i suoi risparmi in Banca Popolare dell’Etruria. Nessuno, solo i fancazzisti delle primarie. Tra i quali molti banchieri.

“Io ho sempre votato Pd ma Berlusconi era meglio di Renzi“, afferma ancora e rivolgendosi verso la Camera. “Vorrei sapere quanto ci ha rimesso il padre della Boschi“. Nulla.




Lascia un commento