LA MENTE DELLE STRAGI E’ FIGLIO DI IMMIGRATI: AMA DECAPITARE

Condividi!

L’immigrato islamico belga per Ius Soli, Abdelhamid Abaaoud, 27 anni, è uno dei criminali di guerra più ricercati del mondo, sarebbe la mente delle stragi di Parigi. E’ nato e ha studiato in Belgio.

Abaaoud è uno dei boia di ISIS, regolarmente pubblica sue foto con corpi decapitati: è sbarcato in Grecia, a gennaio.

Sarebbe a Bruxelles, nel sobborgo di Molenbeek, conosciuto come la capitale jihadista d’Europa, ‘grazie’ all’alta densita di immigrati islamici e da dove la ‘squadra’ di terroristi/profughi avrebbe avuto il covo-arsenale e sarebbe partita con auto noleggiate per il viaggio finale verso Parigi. Tanto non ci sono controlli alle frontiere, con Schengen.

Il francese per Ius Soli, Salah Abdeslam, 26 anni, attualmente ricercato, è stato arrestato e poi rilasciato dagli ufficiali di guardia presso il confine con il Belgio dopo gli attacchi. Suo fratello Ibrahim, 31 anni, si è fatto esplodere a Parigi e un terzo fratello Mohammed è stato arrestato a Bruxelles.

LA MENTE E GLI ESECUTORI
LA MENTE E GLI ESECUTORI

Il ‘parigino’ Omar Mostefai, 29 anni, è stato uno dei kamikaze del Bataclan in cui sono morti 89 innocenti, tra i quali Valeria Solesin. Il belga per Ius Soli Bilal Hadfi, 20, ha fatto esplodere il suo giubbotto suicida allo Stade de France, dove tre sono morti. Ahmed Almuhamed è invece arrivato in Francia come richiedente asilo dopo essere stato salvato da una barca di migranti che stava affondando al largo della Grecia. Infine, Samy Aminour, 28 anni, che era noto alla polizia anti-terrorismo dal 2012, quando è stato processato per aver tentato di fuggire per unirsi terroristi di Al Qaeda nello Yemen.




Lascia un commento