Rossi (PD) su strage Parigi: “Dialogare e comprendere”



Condividi!

FIRENZE — “Bisogna dialogare, e comprendere – ha detto il presidente PD della Regione Toscana, il noto burlone Rossi – Bisogna esercitare in questo tempo di guerra una propria egemonia culturale. Bisogna sapere distinguere e far conoscere e comprendere come c’è una parte di mondo proveniente dai paesi del Medio Oriente, dall’Africa, di religione musulmana che abita da noi, che consente alle nostre fabbriche di andare avanti, che consente alla nostra agricoltura di essere quello che è, un settore importante della nostra economia, che frequenta le nostre scuole, insieme ai nostri ragazzi, che dà un contributo culturale alla nostra regione, che la fa essere quello che è. Questo va distinto dal terrorismo islamista che invece va combattuto con ancora più determinazione e che rappresenta davvero una minaccia per l’umanità e per tutti i nostri valori.
Non ci dobbiamo far intimidire – ha concluso Enrico Rossi- In questa regione ci sono decine di migliaia di islamici che producono, che mandano i loro figli nelle nostre scuole e sono nostri fratelli, bisogna combattere chi vuole imporre un’ideologia razzista, liberticida , che non rispetta le libertà umane”.

Questi hanno appena fatto 150 morti, lui pensa ai ‘razzisti’. Si preoccupa di presunti razzisti, per una strage fatta, per colpa dei buonisti senza amigdala come lui, da profughi e migranti di seconda generazione.



Lascia un commento