Arabia Saudita chiude 7.127 negozi di intimo: presenza di commessi uomini

Condividi!

Le autorità dell’Arabia Saudita hanno chiuso più di 7.000 negozi di lingerie, dopo un raid della polizia della morale che ha trovato nei negozi impiegati uomini a vendere oggetti destinati ad essere indossati da donne.

I giornali locali hanno detto 7.127 negozi sono stati perquisiti dalla polizia dopo le notizie che stavano impiegando uomini. Le autorità hanno chiuso i negozi di lingerie e hanno chiesto ai proprietari di pagare una multa di SR10,000 (circa 2600 $ o 1,75 lakh di Rs), Emirates 24/7 segnalati.

“Durante le perquisizioni, gli ispettori del ministero hanno scoperto 7.127 negozi che violavano le nuove regole”, dice un comunicato del ministero degli interni saudita.

La dichiarazione ufficiale ha aggiunto che il governo è pronto ad intensificare le incursioni per garantire la conformità alla legge.

Nel 2012, il defunto re Abdullah aveva emesso un decreto reale che vieta agli uomini vendere merce femminile in negozi di lingerie.

Da allora, quasi la metà dei negozi di lingerie in Arabia Saudita ha chiuso, visto che alle donne è quasi sempre proibito lavorare, e non sono quindi in grado di trovare commesse.




Lascia un commento