AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Patriarca: “Islam vuole conquistare Europa con Immigrazione”

Vox
Condividi!

In una sorprendente intervista, il patriarca cristiano di Antiochia, il cardinale Béchara Boutros Raï, ha sostenuto che l’Islam ha una chiara, duplice strategia per conquistare l’Europa: religione e procreazione.

Il porporato ha detto che i musulmani vedono i cristiani come deboli e credono che poiché non fanno tanti figli e non sono fanatici religiosi, l’Islam li potrà facilmente conquistare.

Purtroppo, ha detto, i musulmani prendono la loro fede più seriamente di quanto la maggior parte dei cristiani faccia.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Ho spesso sentito dire dai musulmani che il loro obiettivo è quello di conquistare l’Europa con due armi: la loro fede e il loro tasso di natalità”, ha detto al-Rahi in un’intervista a Famiglia Cristiana. Chissà che choc, per i nichilisti di FC.

I musulmani credono che “la volontà di Dio è quella di procreare e che il matrimonio si rivolge a questo”, ha detto. “Pensano che il numeri darà loro il sopravvento.”

Il Cardinale ha anche detto che i musulmani “identificano tutto ciò che viene dall’Occidente come cristiano di per sé. Tutte la politica occidentale è politica cristiana, si tratta di una nuova crociata. Si dice che i cristiani sono i resti delle Crociate e dell’imperialismo occidentale, “ha detto.

Allo stesso tempo, al-Rahi ha fortemente criticato le soluzioni inefficaci dell’UE sulla crisi migratoria in Europa, sostenendo che l’unico modo per porre fine al caos è fermare lo Stato islamico in Iraq e Siria.

Vox

Il cardinale è il patriarca maronita dell’antica città di Antiochia, dove il cristianesimo ha radici profonde e millenarie.

“La prima cosa da fare per proteggere i cristiani in Medio Oriente è quello di porre fine alla guerra in Siria, Iraq, Yemen e Palestina”, ha detto il Cardinale. “Gli Stati europei non fanno nulla per porre fine al conflitto”.

“Un Medio Oriente senza cristiani”, il cardinale ha proseguito, “non ha identità”.

“Questo è il luogo della rivelazione divina. E’ dove Gesù si è incarnato, è morto ed è risorto. E’ dove la Chiesa è nata e ha cominciato ad annunciare il Vangelo al mondo “, ha detto.

Al-Rahi ha anche osservato che i cristiani sono risentiti di vedersi chiamare “minoranza” in Medio Oriente. “Siamo stati qui per duemila anni”, ha detto, “seicento anni prima dell’arrivo dell’Islam.”

“Così come l’Europa discute come preservare la propria identità, è urgente che noi facciamo lo stesso”, ha detto.

E noi dobbiamo guardare a cosa è successo a loro, per capire che potrebbe accadere anche a noi: diventare minoranza a casa nostra.