Dipendenti pubblici a servire i profughi, l’idea slovena

Vox
Condividi!

LUBIANA – Un’idea che Renzi farà subito sua. L’emergenza invasione, in Sloveniva, ha spinto il governo ad ‘invitare’ i dipendenti pubblici ad andare a servire i clandestini nei campi di accoglienza.

Nella notte sono giunti a Rigonce, in Slovenia, 1.400 islamici seguiti, poco dopo le 6 del mattino, da un altro gruppo di 1500: nei centri di raccolta e di permanenza temporanea, secondo la polizia slovena, stamattina si contava un totale di 14.686 clandestini.

In questo scenario il ministro per la Pubblica amministrazione sloveno, Boris Koprivnikar, ha emanato una circolare a tutti i ministeri e ai capi responsabili nei diversi settori della pubblica amministrazione con la quale chiede ai dipendenti pubblici di venire in aiuto della polizia e dei volontari per gestire la crisi migratoria. Invasione, non crisi.

Vox

Ai dipendenti che faranno richiesta per aderire all’aiuto, saranno garantiti i pasti e una assicurazione contro gli infortuni.

Fornirete anche ‘mutande’ anti-stupro?

L’Europa è completamente fuori di testa.