Strage di elefanti nello Zimbabwe del potere nero

Vox
Condividi!

Un tempo era la Rhodesia, paradiso ambientale e granaio dell’Africa. Poi il governo bianco razzista è stato rovesciato, per volere del Regno Unito. E’ seguito il massacro dei cittadini bianchi rimasti. In questo anticipando il vicino sudafricano.

Dopo pochi anni, la ex Rhodesia, diventata Zimbabwe è non era più il granaio dell’Africa. Ma l’ennesimo paese africano in carestia.

Vox

Ora non è nemmeno più un paradiso ambientale, non si ferma infatti il massacro di elefanti.

Ultimi casi, le carcasse di 22 animali avvelenati con il cianuro. Dall’inizio del mese, sono 62 gli animali uccisi. I sospetti ricadono, ovviamente, “sui bracconieri”, ha spiegato la portavoce del parco di Hwange, Caroline Washaya-Moyo. Nel 2013, nello stesso parco vennero avvelenati oltre 200 elefanti, fino a 300 secondo altre fonti.

E’ diventata una delle pochissime fonti di reddito e di cibo nello Zimbabwe di Mugabe.