Genova: anziani senza casa, appartamenti ai clandestini

Condividi!

Genova – Saranno ospitati per 18 mesi in via Peschiera una ventina giovani richiedenti asilo. A spese dei contribuenti.

Il business dell’accoglienza sarà gestito da un intrallazzo tra il Pio Istituto Negrone Durazzo Brignole Sale – Onlus e la Fondazione Auxilium.

“Quello tra Pio Istituto e Auxilium – si legge in una nota – è un buon esempio di collaborazione tra realtà che hanno nelle finalità dei loro statuti quella di operare interventi nel campo dell’assistenza e della promozione umana e che vogliono dare una risposta concreta al bisogno di accoglienza e di assistenza che interpella anche la nostra città”.

Non ci sono senzatetto genovesi. Non ci sono anziani bisognosi. No. Anzi, ci sono, ma non hanno scritto 35 sulla fronte.




Lascia un commento