Profughi protestano: “O ci date le case o torniamo in Siria” – VIDEO

Condividi!

Ormai si comportano come una via di mezzo tra invasori e turisti. Rifiutandosi di essere ospitati in un centro, vogliono le case.

Per i presunti profughi da Siria, Iraq e Afghanistan, questo non è una accoglienza abbastanza buona, dice l’interprete Atta Nassar: «La gente è decisa, assolutamente vogliono essere messi in appartamenti o case”.

L’atmosfera tra i cosiddetti rifugiati diventa poi più aggressiva.

Molti gridano che vogliono lasciare immediatamente la Germania e tornare in autobus verso l’Austria:

“Preferiamo tornare in Siria piuttosto che restare qui.”

E li chiamano ‘profughi’. Ma li vedete, con i loro iPhone, sempre a digitare? Profughi una beata kyenge.

Questo è un profugo:

siriaghouta




Un pensiero su “Profughi protestano: “O ci date le case o torniamo in Siria” – VIDEO”

  1. Carlo Della Rossa QUANDO VE NE ANDRETE SARA’ PER NOI TROPPO TARDI. PERCIO’ FUORI DALL’ITALIA,NESSUNO VI HA CHIAMATO BASTA FORAGGIARE I NOSTRI DISONOREVOLI E LE COOPERATIVE,I SOLDI SPENDETELI PER GLI ITALIANI,VOI ANDATE IN GERMANIA VISTO CHE LA cancelliera OSPITA SOLO SIRIANI,FUORI DALL’ITALIA.

Lascia un commento