Offre casa ai profughi: “Sei una cagna nazista, trattiamo solo con uomini”



ALINE CORE VOLEVA AIUTARE I PROFUGHI, IN GERMANIA, SE NE E’ PENTITA

In un intervista su FOCUS Online, racconta la sua ‘disavventura’. Aline fa l’intermediario immobiliare, la chiama un uomo che parla un tedesco incerto, ha bisogno di un appartamento per una famiglia (dice lui) di profughi.

Aline aveva proprio l’appartamento adatto a loro e si è offerta di incontrarli lì in 15 minuti. La famiglia era composta da due uomini, una donna e tre bambini.

Al complesso di appartamenti, il broker si è avvicinata alla famiglia e ha iniziato a discutere dell’appartamento con loro. Ma appena l’hanno vista, si sono alterati, l’hanno suibito scansata, dicendo che “avrebbero trattato solo con un uomo”. Ma Aline lavora in proprio, così se ne è andata. Non senza beccarsi un’altra serie di insulti.

Ancora peggio, dopo avere raccontato questa storia su Facebook, è stata insultata e minacciata, dai soliti fanatici (tipo i fuffari di Bufale.net) e accusata di cercare di fomentare l’opinione pubblica contro i ‘poveri’ rifugiati. Ha anche ricevuto una telefonata da un uomo che l’ha chiamata una “cagna nazista”, mentre un altro le ha detto che “dovrebbe morire”.

Wilkommen Refugees.



Lascia un commento