CHOC: animali sgozzati vivi in centro profughi, per festa islamica



Nuovo record di arrivi in Piemonte. Nel centro della Croce Rossa di Settimo Torinese, sono transitati oltre 450 i clandestini che, partiti con bus granturismo da Sicilia e Calabria, sono stati accolti nel centro, e poi smistati in hotel delle 8 province piemontesi. A spese dei contribuenti. Osceno.

Ai musulmani presenti nel campo, è stato permesso celebrare la cosiddetta “festa del sacrificio e dello sgozzamento”, che avviene con la rituale offerta di un animale sgozzato, secondo il rito islamico: vivo, e morto per dissanguamento. In spregio dei diritti degli animali: prima di tutto, quello di non soffrire inutilmente.

Prende intanto sempre più corpo il progetto di realizzare un «hotspot», un centro transiti per identificazione e foto-segnalazione, nelle casette dove sono accolti, per ora, i finti profughi del progetto Sprar, destinati ad altre strutture.

LEGGI ANCHE: Direttore centro smentisce: comprato alla MARR!

LEGGI TUTTO QUI



Lascia un commento