Putin a caccia di ISIS: truppe russe in Siria, allestita base aerea, Usa protestano

Vox
Condividi!

La Russia sta, segretamente, costruendo una base militare nel cuore della Siria, nella regione fedele al presidente siriano Bashar al-Assad di Latakia. Lo hanno riferito i funzionari dell’intelligence americana.

Secondo i funzionari, che hanno parlato in forma anonima – tipico modo con il quale i servizi di un paese avvisano quelli dell’altro di sapere cosa stanno facendo – la Russia avrebbe costruito una torre di controllo per il traffico aereo e trasportate unità abitative prefabbricate per un massimo di 1.000 persone in un aeroporto che serve la città portuale siriana di Latakia.

La Russia ha anche chiesto il diritto di sorvolare i paesi vicini con aerei cargo militari nel mese di settembre, secondo gli stessi rapporti.

Vox

Giorni fa, la notizia di presunte truppe russe sul terreno siriano.
Obama ha incontrato ieri re Salman dell’Arabia Saudita – dittatore – chiedendo la destituzione di Assad. Un altro dittatore, ma laico, a differenza del fanatico islamico saudita.

John Kerry, il Segretario di Stato americano, ha telefonato oggi al suo omologo russo, per esprimere le preoccupazioni degli Stati Uniti.

“Il segretario ha chiarito che, se tali informazioni sono esatte, queste azioni potrebbero degenerare ulteriormente il conflitto”, il dipartimento USA ha comunicato.

Temono che ISIS non abbia scampo. E che il progetto di ‘svuotare’ la Siria di islamici da mandare in Europa subisca un blocco.