L’affarista che vuole portare i ‘profughi’ in vacanza all’Elba

Condividi!

Significato di ‘Affarista’chi pensa soltanto a fare affari, a guadagnare, anche non facendosi scrupoli.

CAPOLIVERI – «Provo solo molta amarezza. Ho dato la mia disponibilità ad ospitare alcune donne incinte o con neonati al seguito, solo per i mesi invernali. È bastato questo per scatenare un finimondo», Sergio Orlandi, titolare emiliano del residence Bel Horizonte in viale Italia a Capoliveri, commenta in questo modo la polemica nata dopo la sua ‘offerta’ (a pagamento) di ospitare una cinquantina di clandestini.

Poverino. Lui aveva già fatto i conti. Zero turisti nei mesi invernali, molte lamentele dei turisti in quelli estivi, e allora facciamo business con i profughi. Finti.

Orlandi che non è elbano, ma emiliano, è da anni attivo all’Isola d’Elba con le famigerate associazioni di volontariato (ah ah ah).

Ed è proprio da questa sua collaborazione con la parrocchia di Don Gianni Mariani a Portoferraio che è nata l’idea di fare affari con i clandestini.

capoliveri06-vista

capoliveriil-laghetto

capoliveriimage

Immediata la reazione del sindaco Ruggero Barbetti: «Dovranno passare sul mio corpo».

«Il problema vero è legato alla sicurezza – dice Barbetti – molti di questi stranieri poi girano per l’Italia, non lavorano e finiscono per delinquere. Il danno per l’Elba è ingente, dal momento che la sicurezza, rispetto ad altri luoghi italiani e stranieri, è un punto di forza anche sotto l’aspetto dell’immagine turistica. Ho una mia idea sull’accoglienza ai profughi, ma non mi occupo di politica a livello nazionale. Ma sono sindaco di Capoliveri e so che questo tipo di ipotesi sarebbe dannosa per il nostro territorio».

«Mi chiedo come sia possibile che un proprietario di una struttura di Capoliveri – conclude il sindaco – punti a trarre profitto da questa vicenda e avanzi una proposta del genere senza neanche contattare il Comune di riferimento».

Immaginate, 50 africani in un’isola che vive di turismo. Poteva venire solo ad un elettore del PD. Vogliono insozzare tutti i luoghi d’Italia: odiano la bellezza. Odiano l’identità intonsa delle comunità, che è bellezza.

«Questo aspetto mi ha amareggiato in modo particolare – spiega Sergio Orlandi – si parla di queste 35 euro che mi sarei intascato. Quei soldi, in realtà andrebbero alla rete di associazioni no profit, dalla Caritas fino alla Croce Verde, che si occuperebbero della accoglienza, mentre a me andrebbero solo i costi vivi (si, comeno) e una cifra a forfait, circa 500 euro, per le pulizie al termine del soggiorno invernale delle profughe. Invece sembra si parli di Mafia Capitale. È incredibile che le critiche e gli attacchi arrivino da persone che, magari, vanno in chiesa tutte le domeniche e se c’è da dare una mano si tirano indietro».

Mafia Capitale è ovunque ci sia un affarista che vuole fare soldi con i clandestini. Per questo, anche l’hotel Bel Horizonte, finirà nella lista degli hotel che ospitano ‘profughi’: attacco preventivo.

L’hotel risulterà tra quelli che si ‘sono offerti’.

LA MAPPA E’ INTERATTIVA: PUOI CLICCARE E NAVIGARLA

Per la lista degli hotel, basta cliccare sulla finestrella in alto a sinistra e scorrere.

La lista è provvisoria, per aiutarci a completarla: redazione@voxnews.info

Contattateci anche in caso di errori – anche se è improbabile – lo riporteremo ai responsabili del servizio.

La mappa è nata con l’intenzione di permettere agli amanti dei profughi come la Boldrini, di poter prenotare le loro vacanze negli stessi hotel dei loro ‘amici’.




Lascia un commento