Invalida sfrattata: e i ‘servizi sociali’ le tolgono anche i figli

Condividi!

Sono talmente tante, le storie di questo tipo, che spesso non riusciamo a rendere conto di tutti i drammi. Pensare che Renzi mette in hotel maschioni africani, fa accapponare la pelle

Senza lavoro, senza soldi, senza salute, senza luce, presto senza casa e, da venerdì scorso, anche senza bambine, due gemelle di due anni e mezzo.

La donna, una quarantenne invalida, se l’è viste togliere dai servizi sociali del Comune: “senza nemmeno una sentenza del giudice”.

La donna da 15 anni vive a Viterbo, in una casa in affitto nel quartiere San Faustino. Sei mesi fa è arrivato lo sfratto. Che diventerà esecutivo il 17 settembre.

“Da quel giorno saremo in mezzo a una strada – si sfoga -. Sono tre anni che provo a chiedere aiuto ai servizi sociali ma senza ottenere nulla. Ho provato anche ad avvicinare il sindaco. Lui la conosce bene la mia situazione, in Comune la conoscono tutti. Niente, non vuole ricevermi. Sono disperata”.




Lascia un commento