Successore Chavez chiude frontiera ed espelle 1.000 clandestini

Condividi!

Tensione alla frontiera tra il Venezuela e la Colombia. Il successore di Chavez, Nicolas Maduro, ha espulso verso Bogotà un migliaio di clandestini e ha chiuso il confine in risposta a quello che ha definito “l’attacco di trafficanti di uomini a quattro persone, tre militari e un civile, nella zona”.

Cavolo, il governo bolivariano è meglio di quello democristiano del PD.




Lascia un commento