Profughi protestano: “Vogliamo soldi contanti, che schifo queste schede telefoniche”

Condividi!

CAMPLI – I sedicenti profughi arrivati in provincia di Teramo con la coop di Mafia Capitale hanno presidiato la caserma dei carabinieri..

Sono una sessantina di africani ospitati a spese nostre in un hotel. Motivo della protesta: cibo migliore, più vestiti e più soldi in contanti invece di carte telefoniche.

L’orda di nigeriani e senegalesi ha dato vita ad una ridicola sceneggiata: non ci sono guerre in nessuno dei due Paesi. Mafia Capitale incassa.

Il gruppo di clandestini ospitati a Campli è seguito dalla famigerata coop di Roma Domus Caritatis, una delle cooperative coinvolte nel caso di “Mafia Capitale” e il cui vice presidente Tiziano Zuccolo è…

I profughi, tutti in attesa dello status di rifugiati politici che non avranno, intanto gozzovigliano a spese nostre da mesi, ospiti di un hotel di Campli: e Domus Caritatis incassa bei soldi.

Secondo i clandestini africani: “IL cibo che mangiamo non è di nostro gradimento, ci danno tessere telefoniche che non ci vanno bene: vogliamo più vestiti!”.

Rimandateli in Senegal.




Un pensiero su “Profughi protestano: “Vogliamo soldi contanti, che schifo queste schede telefoniche””

Lascia un commento