Il Mullah Scola predispone accoglienza “profughi” nelle parrocchie

Condividi!

Il mullah vescovo di Milano, il cardinale Scola, ha predisposto un capillare piano di invasione della provincia, mettendo a disposizione le parrocchie: si chiama sovversione. Andrebbe perseguita, non fossimo uno Stato sotto tutela. Non fosse che il Vaticano, invece di pensare alle anime, si è invece specializzato nel corrompere la società.

Il giornale Vita, che si definisce cattolico e fa propaganda all’accoglienza islamica, si chiede come sarà, nei fatti, l’accoglienza in parrocchia.

Anteprima dei presunti parroci in attesa dei clienti:

culi




Lascia un commento