Nasa ha scoperto un’altra Terra? No, tutte le info

Condividi!

Mentre si diffonde in modo quasi scandalistico – e affascinante – la notizia della scoperta di “un’altra Terra”, è bene dividere la realtà scientifica dalla fuffa, seppure bella da credere.

TERRA

La missione Keplero della NASA non ha scoperto un “gemello della Terra”, ma un primo pianeta di una grandezza simile a quella della Terra, in una zona definita “abitabile”, attorno a una stella simile al Sole.

Questa scoperta – scrive la Nasa – e quella di altri 11 nuovi piccoli pianeti anche questi in zone pontenzialmente abitabili, segnano un’altra pietra miliare nel cammino per trovare un altra “Terra”.

Questo pianeta, battezzato Kepler-452b, è il più piccolo pianeta finora scoperto in orbita in una zona abitabile – la zona intorno ad una stella dove l’acqua liquida può esistere sulla superficie di un pianeta orbitante – di una stella di tipo G2, come il nostro Sole. La conferma di Kepler-452b porta il numero totale dei pianeti confermati a 1.030.

Kepler-452b è del 60 per cento più grande di diametro della Terra ed è considerato un pianeta. Mentre la sua massa e la composizione non sono ancora determinati, ricerche precedenti suggeriscono che i pianeti delle dimensioni di Kepler-452b hanno una buona probabilità di essere rocciosi.

Mentre Kepler-452b è più grande della Terra, la sua orbita è di 385 giorni: solo il 5 per cento più lunga della nostra. Il pianeta è il 5 per cento più lontano dalla sua stella rispetto alla Terra dal Sole.

La stella di Kepler-452 è vecchia di 6 miliardi di anni, 1,5 miliardi anni più vecchia del nostro sole, ha quasi la stessa temperatura, è il 20 percento più luminosa e ha un diametro del 10 per cento più grande.

“Possiamo pensare a Kepler-452b come un vecchio, grande cugino della Terra, che ci offre l’opportunità di comprendere e riflettere su ambiente in continua evoluzione come la Terra “, ha detto Jon Jenkins, della NASA.

Il sistema Kepler-452 si trova 1.400 anni luce di distanza da noi, nella costellazione del Cigno.

Questo significa che potrebbe ospitare vita. Simile alla nostra. Ma la vita è un evenienza talmente complicata, che una piccola differenza iniziale, può determinare un enorme differenza di risultato.




Lascia un commento