Milano, Procuratore pro-clandestini va in pensione

Condividi!

MilanoEdmondo Bruti Liberati andrà in pensione il 16 novembre prossimo, giorno del suo onomastico. Lo annuncia lo stesso procuratore capo di Milano in una lettera inviata ai magistrati della Procura del capoluogo lombardo.

“Intendo rimanere in servizio fino alla conclusione di Expo 2015, l’evento che ha visto un impegno particolare dell’ufficio e mio personale”, scrive Bruti.

Il protettore dei clandestini a casa. L’unico dispiacere è che dovremo pagargli la pensione, per i danni che ha fatto.




Lascia un commento