Requisizione seconde case, PD: “Pronti a misure straordinarie”

Condividi!

C’è aria di requisizione di seconde case per piazzarci i profughi. E’ una possibilità ormai sempre più vicina, con il governo che non sa più dove mettere gli africani che va a ‘rapire’ in Libia.

Il sottosegretario agli Interni, il PD Manzione, noto perché la sorella è stata assunta a spese nostre da Renzi come ‘capo dipartimento affari giuridici del governo’, ha detto, durante una conferenza organizzata dal suo partito a Padova, che i “Prefetti sono liberi di usare misure straordinarie“, lo ha detto attaccando il sindaco Bitonci, che sta lottando per liberare una caserma della sua città dai clandestini inviati dal governo.

Ora, le uniche misure straordinarie espressamente previste dal codice civile sono, purtroppo, le requisizioni di case o edifici privati per ‘questioni di interesse collettivo’. Si stanno preparando.

Ogni clandestino in più che raccattano aumenta la probabilità del provvedimento sovietico.




3 pensieri su “Requisizione seconde case, PD: “Pronti a misure straordinarie””

  1. Pingback: Anonimo
  2. CON MOLTA EDUCAZIONE MANDO TUTTO IL PD A FANCULO.
    SE VOGLIONO REQUISIRE LE CASE X CLANDESTINI E ROM DESSERO LE LORO CASE, LA 2° LA 3° LA 4° ETC.
    VISTO CHE NE HANNO PIU’ DI UNA.
    IL PD SI DEVE VERGOGNARE INSIEME AI PREFETTI CHE DICONO DI REQUISIRE LE 2 CASE DEGLI ITALIANI CHE HANNO COMPRATO CON IL SUDORE DELLA LORO FRONTE SOTTO IL SOLE PIOGGIA E NEVE.

Lascia un commento