Il bel rifiuto: consigliere M5S diffidano lo ‘stalker’ Emiliano

Condividi!

Il presidente della Regione, Michele Emiliano (Pd), nonostante i ripetuti rifiuti dei membri del M5S, ha nominato tre di loro assessori, affindoli le deleghe Ambiente, Agricoltura, e Risorse umane: si tratta delle consigliere regionali Cinquestelle Antonella Laricchia, Rosa Barone e Viviana Guarini.

Dopo il primo rifiuto, a questo stalking politico, hanno risposto diffidandolo.

Laricchia precisa che “se accettassimo l’incarico, l’articolo 43 dello Statuto regionale prevede che dovremmo operare secondo le direttive impartite dal presidente della Regione”, ma “noi siamo indisponibili a farlo. Speriamo – conclude – che questo chiarisca definitivamente la nostra posizione”.

“Noi stiamo rispondendo alla chiamata della Puglia che ci ha chiesto di essere opposizione con il risultato elettorale del 31 maggio”.

“Lui – aggiunge la consigliera regionale – sta facendo una sceneggiata offrendoci questa carica. E lo ha fatto proprio nel giorno in cui ci ha comunicato il terzo no a nostre proposte concrete di collaborazione, come i 160 curricula di pugliesi, che gli abbiamo mandato per fare le primarie e scegliere cos i due assessori esterni. Ma lui non li ha neanche guardati. Ieri – conclude – stavamo concretamente lavorando a un piano di rinascita per Taranto, e alla convocazione dei direttori generali delle Asl. Ma abbiamo dovuto interrompere questo lavoro per preoccuparci di queste nomine. Perde tempo lui e fa perdere tempo a noi”.

Stalker.




Un pensiero su “Il bel rifiuto: consigliere M5S diffidano lo ‘stalker’ Emiliano”

Lascia un commento