Famiglie contro Pizzarotti: “No ai profughi nella nostra scuola”

Vox
Condividi!

“Una firma per la sicurezza delle nostre famiglie, delle nostre case, del nostro territorio – si legge in un comunicato del Comitato Golese Sicura, che prosegue – una firma per chiedere che la scuola di Castelnuovo torni ad essere della cittadinanza come fulcro di attività per la popolazione e per il territorio”

E sono già 400, in pochi giorni, i sottoscrittori del Comitato che protesta contro il centro di accoglienza per sedicenti profughi nella scuola di Castelnuovo. Si teme che il trasferimento deciso dal sindaco Pizzarotti trasformi Baganzola in un ghetto dove regnano stupri, spaccio, furti, malattie, poca igiene e disordini.

Vox

Sono state numerose le assemblee pubbliche indette per aprire un confronto con tutti i residenti sul centro d’accoglienza, discutere delle problematiche che esso comporta e per intraprendere azioni condivise al fine di contrastarne l’apertura, così come si legge in un post.

Il Comitato promette una dura battaglia contro le istituzioni e sta già lavorando ad una manifestazione di strada a tutela del territorio e della sicurezza.