Profughi islamici distruggono vetrata centro: “Il Ramadan è sacro!”

Vox
Condividi!

Violenza al centro di accoglienza per presunti profughi di Busto Arsizio. Nel primo pomeriggio di oggi, mercoledì 24 giugno, all’interno dell’ex Cral Enel di viale dei Mille, dove sono ospitati 120 africani islamici. Un giovane maschio originario della Costa d’Avorio, ventenne, ha devastato gli uffici e distrutto una vetrata.

Il motivo del gesto sarebbe il seguente: sotto il letto del clandestino sono state trovate pentole da cucina, che l’africano usava per cucinare di notte nei giorni del Ramadan. Scoperto, l’ivoriano ha dato in escandescenze, ferendosi devastando gli uffici e catapultandosi in strada, dove ha inscenato una protesta.

Vox

VERIFICA LA NOTIZIA
E’ stato trasportato al pronto soccorso, dove è stato medicato a spese nostre. I suoi connazionali, una ventina di persone, sono scesi anch’essi in strada per sostenere la protesta islamica.

Sul posto carabinieri e polizia, a ‘controllare’ da vicino la situazione. I responsabili del centro sottolineano che proprio per permettere lo svolgimento del Ramadan è stato organizzato un servizio di cucina dopo la mezzanotte e la colazione alle 3/4 di mattina. Tutto a spese nostre.

Li manteniamo. Forniamo loro servizi da hotel di lusso, e loro distruggono. Vengono curati gratis e non pagano i danni.