Napoli: clandestini infetti in fuga, ‘patologia sconosciuta’

Condividi!

GIUGLIANO – A dimostrazione di come la situazione degli sbarchi sia fuori controllo, e di come il sistema dei controlli sanitari inesistente, il caso dei 38 clandestini africani giunti questa notte al Commissariato di polizia di Giugliano direttamente dal porto di Salerno: sbarcati a centinaia da nave tedesca.

Molti hanno tentato la fuga. Gli immigrati, tutti provenienti dall’Eritrea, sono affetti da scabbia, mentre altri hanno dichiarato di avere delle malattie infettive di cui non sanno spiegare la tipologia. Si spera qualcuno stia indagando.

Sul territorio dell’area giuglianese che comprende anche i Comuni di Villaricca, Qualiano, Calvizzano, Marano e Melito, sono oltre settecento gli extracomunitari presenti. Una situazione al collasso visti i casi di resistenza nei confronti delle forze dell’ordine.

Malattie infettive di cui non sanno spiegare la tipologia, ma invece di metterli in quarantena, li lasciano liberi di diffondere infezioni ‘inspiegabili’, sparpagliandoli in tutta Italia con bus di linea.




Lascia un commento