UBER, la multinazionale ‘abusiva’ raccoglie altri 10 miliardi da…

Condividi!

Uber, la multinazionale che vuole fare ai tassisti quello che Mc Donald’s ha fatto ai piccoli ristoranti negi Usa, ha raccolto complessivamente 10 miliardi di dollari dai soliti ‘investitori’, stabilendo un nuovo record per una società tecnologica americana prima dello sbarco in Borsa.

Capite perché il PD vuole Uber. Soldi. Finanziamenti a Renzi?

Lo riporta il Financial Times, sottolineando come venga confermata per l’App con servizi di auto con conducente una valutazione da 50 miliardi di dollari.

Si tratta di una cifra record che la rende la start up che vale di più al mondo. Solo Facebook aveva raggiunto tale livello nel 2001.

E’ l’ennesima concentrazione di ricchezza verso l’alto permessa dalle nuove tecnologie e dalla mancanza di leggi che le regolino.

Il progresso tecnologico, unito alla sempre maggiore liberalizzazione dei mercati voluto dai ricchi (e dai giornali che finanziano) tende a concentrare la ricchezza in poche mani, devastando la classe media. Con effetto disastroso anche sul processo democratico, che si basa sulla distribuzione di ricchezza.




Lascia un commento