Portava clandestini fuori dall’Italia: arrestato

Condividi!

NON VOGLIONO PERDERSENE UNO: SONO SOLDI CON LE GAMBE PER PD E NCD

Arrestato a Tarvisio con diciassette clandestini nel cassone di un furgone, stava cercando di portare oltre confine afghani e pachistani. Un piccolo Al Fano al contrario.

Per carità, un criminale. Ma almeno, lui, li stava portando via.

Era riuscito a trasportare diciassette migranti nel cassone del suo furgone fino al valico di frontiera di Tarvisio ma è stato bloccato e arrestato dalla polizia che controllava con attenzione il passaggio dal territorio friulano proprio nell’ambito dei servizi contro l’immigrazione clandestina. Ripristinati dopo le proteste dell’opposizione e una campagna stampa.

Peccato che noi intendevamo controlli rispetto a quelli che ‘entrano dalla Slovenia’, non per quelli che ‘escono in Austria’.

Il catanese di 43 anni, G.S, le iniziali del suo nome, è stato fermato dalla polizia stradale di Amaro, in provincia di Udine, ora accusato di favoreggiamento all’immigrazione clandestina. Ammassati nel cassone del suo furgone, gli agenti hanno trovato diciassette clandestini pachistani, tutti richiedenti asilo. Perché si sa, in Pakistan c’è la guerra.

Le indagini tendono ora ad appurare da dove provenissero i profughi e se il passeur faccia parte o meno di una delle organizzazioni che si occupano di condurre i profughi che sbarcano in Sicilia oltre la frontiera italiana. Non sia mai che rovinino il lavoro di Al Fano e Renzi per le coop PD portando oltreconfine qualche ’35€’,




Lascia un commento