Accuse di ‘razzismo’ a sindaco che respinge clandestini, lui: “Me ne frego”

Condividi!

Cerreto Sannita – Fanatici dell’accoglienza scatenati contro il sindaco di Cerreto, per queste parole: «Non permetterò – assicura il sindaco – a nessun clandestino di bivaccare sul nostro territorio».

Parole che, a giudizio di una serie di fanatici, sanno di razzismo.

Santagata risponde per le rime: «Ma quale razzismo, chi dice questo fa l’anima bella e non risolve i problemi, io invece mi preoccupo della sicurezza della mia comunità».

Al centro della polemica le scelte lessicali (i clandestini che bivaccano), secondo gli antirazzisti ‘razziste’ perché lasciano pensare che se a un clandestino non sarà permesso di bivaccare, il bivacco sarà tollerato per italiani o nullafacenti: ridicolo.

Santagata rivendica le sue parole: «Innanzitutto italiani e nullafacenti non bivaccano, magari dormono in macchina, con grande dignità, e poi quelle parole le ribadisco: nessun clandestino bivaccherà qui. Sono parole forti? Le rivendico, è un modo per aprire una discussione, è un linguaggio volutamente forte per far capire che questo schifoso mercimonio che si fa sulla pelle della povera gente non può rovinare comunità come quella di Cerreto».

«Mi accusano di razzismo? Bene, rispondo con una espressione a me molto cara: “Me ne frego”».




Un pensiero su “Accuse di ‘razzismo’ a sindaco che respinge clandestini, lui: “Me ne frego””

  1. Davvero una persona con gli attributi d’acciaio questo sindaco di Cerreto Sannita. Fossi un cittadino di questo comune sarei orgoglioso di lui, perché il suo é un atteggiamento giusto.

Lascia un commento