Rossi (PD): “Toscana ricca grazie profughi”

Condividi!

Sul tema sedicenti profughi è intervenuto anche il governatore della Toscana, l’ormai noto Enrico Rossi parlando di “cultura del rifiuto dell’accoglienza”.

«Non è vero che gli altri Paesi non hanno immigrati; non è vero che la Germania non ha immigrati – ha aggiunto – Sono bugie raccontate tutti i giorni da chi usa per questo i mezzi di comunicazione. E noi lo dobbiamo dire che sono bugie, dobbiamo costruire un’argine a questa deriva».

Che c’entra. La Germania ha troppi immigrati. Come l’Italia. Ma mal comune non è mezzo gaudio.

Ci sono “150 Comuni toscani che non hanno accolto ancora un profugo. Bisogna richiamare questi Comuni alle loro responsabilità. Il modello toscano dell’accoglienza diffusa, dei piccoli centri, funziona”. Funziona nelle sue fantasie oniriche.

Il suo metodo è intelligente, perché subdolo: rende meno visibile l’invasione diffondendo clandestini a piccoli gruppi, come truppe di occupazione, invece di concentrarle. Per questo odia i sindaci che resistono, rispettando il mandato elettorale.

firenzeprofughi

Poi ha vaneggiato: “La Regione Toscana è una terra di accoglienza. Con accoglienza, insieme a sicurezza, risolviamo i problemi. C’è un pezzo della Toscana che funziona grazie all’immigrazione. I distretti, le campagne. Saremmo più poveri se non avessimo l’immigrazione”.




2 pensieri su “Rossi (PD): “Toscana ricca grazie profughi””

  1. Forse senza l’immigrazione selvaggia sarebbero poveri lui e la cricca rossa sinistroide di cui fa parte, non certo i cittadini toscani, che sono sicuro ne farebbero volentieri a meno. Ma se questi continuano a votare a sinistra, é questo quello che si ritrovano.

I commenti sono chiusi.