Disabile italiana chiede aiuto a controllore: multata…

Vox
Condividi!

ENNESIMA STORIA DI RAZZISMO ANTI-ITALIANO DA PARTE DELLE AUTORITA’

PESARO – L’incredibile storia della signora Anna, invalida, che cammina appoggiandosi ad un bastone.

Vox

“Sono salita sull’autobus 130, intorno alle 8.40 alla fermata all’incrocio con la strada che porta al parco della Pace. Fatico a muovermi e alcune persone mi hanno aiutata a superare gli scalini. Sono salita e sono rimasta ferma in piedi perché mentre l’autobus viaggia io fatico a stare in equilibrio e non riesco a camminare. Ho tirato fuori dalla borsa il blocchetto con 10 biglietti già pagati. Ho visto salire due controllori e chiesto a uno di loro se poteva timbrarmi il biglietto. Per tutta risposta mi ha fatto la multa. Allora ho cominciato ad arrabbiarmi e anche le altre persone che erano sul bus mi hanno difesa. Il controllore non voleva nemmeno ridarmi la carta di identità che gli ho strappato di mano. Sono invalida all’85% e di solito aspetto il l’autobus si fermi e vado verso la macchinetta. Lo faccio prima di scendere ma diversamente non so come fare. Questo non è il modo di trattare la gente. Siccome non ho firmato nulla non so nemmeno a quanto ammonti la multa. Ho telefonato all’Adriabus mi hanno suggerito di fare un fax e raccontare cosa mi è successo. ma so come andrà a finire? Che mi faranno pagare la multa”.

Non è che siccome i ‘migranti’ vi prendono a colpi di machete, dove rifarvela sulle disabili italiane…