‘Virus Saudita’ si diffonde in Cina e Corea: 1.600 in quarantena, scuole chiuse

Condividi!

Corea del Sud: è panico per la Sindrome respiratoria del Medio Oriente (Mers) che ha già infettato 36 persone e ne ha ammazzate tre, scatenando il panico in tutto il Paese. Situazione critica anche in Cina.

Oltre 1.600 sudcoreani sono in quarantena, migliaia le scuole chiuse.

Il paziente zero è arrivato in Corea dall’Arabia Saudita, si tratta di un uomo d’affari di 68 anni:

Il virus si è ormai diffuso anche nelle file dell’esercito locale, con 20 soldati in quarantena nella base di Osan, a sud di Seul, che ospita anche il 51esimo Fighter Wing statunitense.

Pyongyang ha attivato controlli della temperatura per i lavoratori del complesso industriale di Kaesong, gestito congiuntamente con Seul. Con le epidemie, la migliore difesa è la chiusura delle frontiere.

Mers è una patologia respiratoria causata da un corona-virus, simile al responsabile della Sars. Non esiste un vaccino o un trattamento e il tasso di mortalità raggiunge il 40,7%.

Il primo caso è stato registrato in Arabia Saudita nel 2012. Da allora l’Organizzazione mondiale della sanità ha segnalato più di mille casi di Mers a livello globale e oltre 400 morti.

Secondo l’OMS, Mers è ora in procinto di dare vita ad un’epidemia di vaste proporzioni.




Un pensiero su “‘Virus Saudita’ si diffonde in Cina e Corea: 1.600 in quarantena, scuole chiuse”

Lascia un commento