FMI: Grecia non paga debito domani, ma (forse) a fine mese

Condividi!

La Grecia ha chiesto al Fondo monetario internazionale di accorpare a fine mese tutti i pagamenti in scadenza su giugno. Lo hanno riferito fonti del governo ellenico, il FMI ha confermato.

La richiesta è stata quindi formulata sul filo di lana: alla vigilia della scadenza di una rata da 330 milioni di euro verso il Fmi.

In base ad una normativa degli anni ’70, i Paesi debitori possono chiedere di pagare in una soluzione unica tutte le rate dovute in un mese, alla fine del mese stesso. Complessivamente su giugno Atene deve restituire al Fmi 1,6 miliardi di euro.

La pantomima continua.




Lascia un commento