Regione assume 50 immigrati: per ‘tradurre’ e accompagnare ‘profughi’

Vox
Condividi!

La Regione Sardegna ha deciso di stanziare 2,4 milioni di euro. Per i disoccupati sardi che sono un’emergenza? Ma no, ovvio.

Li stanzia per gli immigrati.

È quanto prevede una delibera approvata dalla Giunta su proposta dell’assessore del Lavoro, tal Virginia Mura.

Si tratta di un progetto ‘sperimentale’. Sarà l’Agenzia del Lavoro a predisporre il progetto biennale, sul quale, ne siamo certi, mangeranno in molti.

Vox

I 2,4 milioni di euro serviranno ad assumere 50 immigrati come ‘mediatori culturali’: cosa fa un mediatore culturale? Una cippa.

Secondo la Regione, i servizi offerti variano dalla traduzione all’accompagnamento, all’orientamento in ambito sociale, scolastico, sanitario e lavorativo, all’informazione sulle diverse prestazioni cui gli immigrati possono accedere.

“La mediazione culturale, da non confondere con la semplice attività di traduzione, è uno strumento fondamentale delle politiche di immigrazione”, millanta l’assessore Mura.

“Il nostro progetto è in linea con la strategia della Giunta verso una società inclusiva. All’aumento dei flussi di migranti – conclude l’assessore Mura – occorre rispondere non solo con iniziative che avvicinino l’opinione pubblica a una società multiculturale e prevengano fenomeni di intolleranza e di razzismo, ma anche con proposte che favoriscano la piena integrazione”.

Sardi, siete contenti?




Un pensiero su “Regione assume 50 immigrati: per ‘tradurre’ e accompagnare ‘profughi’”

I commenti sono chiusi.