Monaco buddista: “Guai mischiarsi con immigrati islamici”

Vox
Condividi!

Ashin Wirathu è il più famoso monaco buddista della Birmania. E ha un nemico: i musulmani.

Wirathu, 46 anni, ha avvisato che un “jihad” è imminente contro la maggioranza buddista e ha chiesto il boicottaggio dei negozi di proprietà dei musulmani.

I buoni buddisti, sostiene, non dovrebbero mescolarsi socialmente con gli immigrati musulmani, che egli dice sono “serpenti” e “cani rabbiosi”.

Vox

“La maggior parte dei musulmani distrugge il nostro paese, il nostro popolo e la religione buddista”, ha avvisato Wirathu.

Per i gruppi filoislamici, è lui il maggiore responsabile della campagna anti-islamica che ha spinto circa 100.000 Rohingya, parte della minoranza musulmana di 1 milione di persone immigrate in Birmania dal Bangladesh illegalmente, a fuggire, prima nello stato occidentale di Rakhine, e poi con barconi verso Thailandia e Indonesia.

E lui non si dispiace.




Un pensiero su “Monaco buddista: “Guai mischiarsi con immigrati islamici””

I commenti sono chiusi.