Ebola: casa infermiere ‘decontaminata’, con 11 giorni di ritardo

Condividi!

SASSARI – Ha preso avvio solo ieri mattina – 11 giorni dopo il ricovero dell’infermiere – la decontaminazione dell’appartamento in cui l’uomo sassarese affetto da ebola ha soggiornato dopo il suo rientro dalla Sierra Leone.

A prendere in carico la questione è stata la società sarda Verde Vita specializzata nel pronto intervento ambientale.

I familiari del trentasettenne sono intanto stati traferiti per un periodo di autoisolamento mentre, accusano gli altri abitanti della zona, ‘siamo rimasti qui, senza alcuna informazione e solo dopo molti giorni abbiamo appreso la notizia di decontaminazione’.

Per il momento gli stessi cittadini non sanno come comportarsi nel corso della decontaminazione e hanno già fatto sapere di aver avuto numerosi contatti con altre persone, rischiando di allargare il contagio.

Intanto restano stazionarie le condizioni dell’infermiere anche dopo aver ricevuto le prime cure sperimentali.




Lascia un commento