Imam: “Donne infedeli felici di diventare schiave islamiche”

Condividi!

Nell’ultima edizione della rivista di propaganda di ISIS – ne abbiamo già parlato per la questione dell’atomica – una sposa jihadista giustifica il rapimento e lo stupro di schiave catturate in guerra – e dice che le donne ‘infedeli’ mentono circa l’abuso che hanno sofferto per mano dei miliziani di ISIS.

schiaveisis

L’articolo di cinque pagine è scritto da un imam islamico di nome Umm Sumayyah Al-Muhajirah che ha già invitato le sue ‘sorelle’ ad emigrare in Siria e diventare mogli jihadiste dei militanti ISIS.

Ammette che ISIS ha ‘fatto irruzione e catturato donne infedeli’, ma che i soldati hanno rapito centinaia di donne irachene non hanno ‘commesso un errore o fatto del male, perché il Corano lo permette’.

VERIFICA LA NOTIZIA
Che le donne ‘infedeli rapite sarebbero felici di essere schiave sessuali dei jihadisti, perché il sesso forzato non è stupro’.




Lascia un commento