La suora che Bergoglio non vuole incontrare: “ISIS è l’Islam, chi lo nega è un bugiardo”

Condividi!

Suor Hatune Dogan non vive nelle stanze dorate del Vaticano. Ha testimoniato la devastazione delle antiche comunità cristiane in Medio Oriente di persona. Ha ascoltato i sopravvissuti raccontare come le donne cristiane e yazidi vengano vendute come schiave del sesso. Ha visto. E ha qualcosa da dire a Bergoglio.

“Scelgono la più bella, anche se ha un bambino piccolo, e vendono queste donne, queste donne gli uni agli altri. Non vendono a membri di un’altra religione – solo a sunniti musulmani.
Ci sono stati 12.000 donne e bambini rapiti per mano di ISIS. Che cosa sta succedendo lì, quello che ho sentito, è la peggiore barbarie della storia fino ad oggi..”.

Suor Dogan non è estranea alla persecuzione islamica. Da giovane ragazza, le minacce da parte dei musulmani locali hanno costretto la sua famiglia armena a lasciare la propria casa in Turchia.
Trasferendosi in Germania, dove opera la sua fondazione e lancia l’allarme circa la minaccia incombente della tempesta islamica.

VERIFICA LA NOTIZIA

“La missione di (Abu Bakr) Baghdadi, di ISIS, è quella di convertire il mondo completamente alla religione islamica e portare tutti a Dar Al Salam, come lo chiamano. E l’Islam non è la pace, per favore. Chi dice che ISIS non ha alcuna connessione con l’Islam o qualcosa di simile è un bugiardo. ISIS è l’Islam; L’Islam è ISIS “, ha spiegato Dogan. Ehi Bergoglio, hai sentito?

La suora è delusa da quella che definisce la debole reazione dall’Occidente: “Sappiamo che nel mondo islamico non c’è democrazia. Islam e democrazia sono opposti, come bianco e nero. E spero che l’Occidente lo capirà”.




Un pensiero su “La suora che Bergoglio non vuole incontrare: “ISIS è l’Islam, chi lo nega è un bugiardo””

Lascia un commento