La protesta delle donne contro i ‘profughi’: “Sappiamo cosa succede, dove arrivano…”

Condividi!

Non ci stanno le donne di Moschiano all’arrivo di decine di sedicenti profughi africani nel comune del Vallo Lauro. Questa mattina le residenti di località Carità, si sono presentate al Comune in attesa di essere ricevute dal primo cittadino Angelo Mazzocca.

“Non siamo razziste – hanno detto le donne – e ci rendiamo conto che queste persone hanno bisogno di ospitalità, ma mettetevi nelle nostre condizioni, in un luogo isolato e di montagna con quaranta persone che non sappiamo chi sono e da chi sono vigilate. Mentre sappiamo bene quello che avviene nelle altre città dove sono ospitati i rifugiati”.

I clandestini sarebbero – tanto per cambiare – ospitati nei locali di una struttura ricettiva, vicina al Santuario della Madonna della Carità. Solo che, stavolta, si tratta di sfruttamento della idiozia altrui, non di carità.

Il sindaco ha provato a smentire: “… non ci sono al momento richieste al Comune di ospitare rifugiati politici in strutture private e che quando perverrà qualche richiesta questa sarà valutata con la massima scrupolosità”. Puzza.




Lascia un commento