Assedio all’Europa: Ora li nascondono anche nelle valigie

Condividi!

Era lì, tranquillo e per nulla in sofferenza, nella valigia. Scoperto dai controlli anti-droga degli agenti alla frontiera di Ceuta.

Il carico, un ragazzino africano, era diretto in Spagna, portato da una trafficante, una immigrata marocchina di 19 anni, Fatima, pagata fior di soldi dalla famiglia del ragazzino per farlo arrivare in Europa. Dove qualcun altro avrebbe dovuto mantenerlo.

valigiaceuta2

La donna è stata fermata mentre tentava di attraversare la frontiera. Di fronte alle sue ritrosie nel voler consegnare la valigia per il controllo, la polizia credeva che nel bagaglio fosse nascosta della droga.

Il ragazzino proviene da un Paese relativamente ricco dell’Africa, la Costa d’Avorio. Ed è normale: ci vogliono soldi per entrare da clandestini. Ai controlli medici è risultato in buona salute.

Il padre risiede a Las Palmas, si occupa di traffico di minori.




Lascia un commento