Scontri razziali a Gerusalemme: ebrei neri assaltano Polizia ‘razzista’ – FOTO – VIDEO

Condividi!

Gerusalemme come Baltimora

Dopo il pestaggio di un soldato dell’esercito ‘ebreo etiope’ da parte della polizia, scontri fra centinaia di dimostranti ebrei etiopi (non molti sono convinti sia veramente ebrei) e reparti della polizia israeliana sono divampati nel centro di Gerusalemme, a circa 100 metri dalla residenza del premier, Netanyahu.

Quattro agenti feriti da lanci di pietre. La polizia ha replicato con granate assordanti.Il sindaco Nir Barkat è accorso nel tentativo di calmare gli animi.

I dimostranti denunciano pregiudizi contro gli ebrei Falasha – così sono definiti gli ebrei provenienti dall’Etiopia – da parte di polizia e esercito e il mancato impegno a estirpare il fenomeno.

La società ebreo-israeliana non è monolitica. Ricalca le zone di provenienza della diaspora. In alto ci sono gli ebrei askenhaziti (europei), in fondo gli ebrei di pelle nera. In mezzo sefarditi e i ‘nuovi’ arrivati russi.




Vox

Lascia un commento