Per SEL: ‘Giusto usare violenza contro Salvini’

Condividi!

Luca Casarini, che dal 29 marzo fa parte della presidenza nazionale di Sinistra Ecologia Libertà, il partito guidato da Nichi Vendola – e quindi ne esprime la posizione – si dice favorevole alla violenza contro Salvini e la Lega.

In una intervista al giornale Intelligonews, parlando degli assalti di Ancona da parte di estremisti dei centri sociali, afferma:

«Salvini sa benissimo che dove va, e lo fa apposta, viene contestato per le sue posizioni razziste e xenofobe che tentano di utilizzare l’immigrazione per propaganda elettorale.

Di fronte alla crescita di un partito organizzato, razzista e xenofobo, è giusto opporsi, è giusto resistere. 

Non facciamo gli ipocriti, se si creano situazioni di tensione e di forte provocazione possono succedere anche queste cose e vanno lette per quello che sono, non sono chissà cosa. Dal punto di vista della violenza vorrei sapere cosa provoca l’odio razziale costruito da Salvini nel nostro Paese. Non possiamo considerare queste vicende solo da una parte, dopo di che è evidente che le situazioni diventano di tensione perché Salvini fa valere il suo privilegio di europarlamentare andando in giro con la polizia che lo protegge e carica chiunque lo contesti. Questo è il nodo».

Se non la pensi – pensare è un po’ una parola grossa – come Casarini e i suoi bravi, allora è giusto aggredirti.

Questo personaggio è compagno di partito del presidente della Camera. 

 




Lascia un commento