Studio lancia allarme ‘escalation di cancro’ nei prossimi anni

Condividi!

Un’escalation di tumori al seno colpirà le donne americane e, in parte, degli altri paesi occidentali nei prossimi 15 anni. Lo prevedono gli esperti americani, che vedono un incremento del 50% entro il 2030. I dati sono stati resi noti dal National Cancer Institute Usa. Secondo i quali, una donna su 8 verrà colpita da neoplasia mammaria, e l’impennata riguarderà i tumori positivi agli ormoni estrogeni.

Dall’Università del Colorado arriva intanto un allerta sull’eccessivo consumo di vitamine in pillole: un’assunzione eccessiva aumenterebbe i rischi di cancro. Gli americani sono ossessionati dalle vitamine in pillole.

Uno studio su 35.000 persone tra il 2001 e il 2014 negli Stati Uniti ha scoperto che in coloro che prendono troppe compresse di vitamina E, aumenta il rischio di sviluppare il cancro alla prostata del 17%.

Il dottor Byers, direttore associato per la prevenzione e il controllo presso l’Università del Colorado ha iniziato il suo studio dopo che è emerso due decenni fa che le persone che mangiano più frutta e verdura hanno meno probabilità di ammalarsi di cancro. Voleva capire se gli integratori riducessero ulteriormente questo rischio: non è così. Il troppo stroppia.

Per Byers: “Abbiamo scoperto che l’assunzione di vitamine e minerali fare più male che bene.”




Lascia un commento