Vescovi terrorizzati contro Salvini: “Non può chiedere voti al Sud”

Condividi!

Il segretario generale della Cei, Mons.Galantino, attacca il leader della Lega, Salvini. Non era mai avvenuto un attacco diretto di un rappresentante dei vescovi ad un leader politico: il terrore di perdere il business.

“Chi ha finora gettato fango sul Meridione non può adesso dire che sta dalla parte del Sud, l’Italia non è una nazione senza memoria”, afferma.

E’ vero. I vescovi contavano tanto sul giochino ‘Lega contro i meridionali’, perché permetteva loro il gioco mediatico di assimilare nel discorso politico gli italiani del sud agli immigrati: vedete ce l’hanno con entrambi!

Ora il gioco è finito. E questo li terrorizza.

“La forza del Sud sta in coloro che non permettono ai ‘Salvini’ di turno di venire a fare chissà che cosa”, conclude Mons. Galantino.

Tipo i Mastella, i Bassolino e gli altri.




Lascia un commento