L’Italia è invasa: Al Fano va al cinema…

Condividi!

NEL GIORNO DEL RECORD DEGLI SBARCHI, LUI SE LA SPASSA

L’Italia è invasa da un numero senza precedenti di africani, neanche dopo lo sbarco dei francesi durante la seconda guerra mondiale, eravamo giunti a tanto. Ma i politici continuano a ballare mentre la nave affonda.

Ieri sera erano tutti a vedere l’ultimo sforzo di Veltroni – no, non è mai andato in Africa – il film «I bambini sanno», alla sala Sinopoli dell’Auditorium del Parco della Musica.

ALFANOCINE

BOLDRINICINE

 

C’erano tutti i parassiti di Stato: il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, i presidenti di Senato e Camera Pietro Grasso e Laura Boldrini. E il Presidente emerito (meglio non dire emerito cosa) Giorgio Napolitano. Pier Carlo Padoan, Andrea Orlando, Maria Elena Boschi a Stefania Giannini. Presenti anche il sottosegretario Luca Lotti che ha stretto la mano al suo predecessore con il governo Berlusconi, Gianni Letta. Per il Pd, fra gli altri, Massimo D’Alema, Luigi Zanda, Anna Finocchiaro, Giorgio Tonini, Pierluigi Bersani.

BOSCHI

C’era poi anche il codazzo di attori e artisti che il Pd paga in nero alle feste dell’Unità. Mancava Del Rio, impegnato a leggere Vox.

Ma c’era soprattutto lui, Angelino Al Fano detto ‘lo scafista’: che il ministro degli Interni, durante una crisi del genere, che è solo sua responsabilità trovi il tempo – e il coraggio – di andarsene ad un happening pseudoculturale, la dice lungo sulla caratura morale, politica e intellettiva del personaggio. Va abbattuto. Politicamente.

Non gliene fotte nulla dell’Italia.




Lascia un commento