Profugo infetto: popolazione a rischio. Abbiamo il nome dell’hotel

Condividi!

Pochissimi giorni fa vi abbiamo parlato, in esclusiva, di un africano malato di tubercolosi in un hotel di un comune vesuviano.

http://voxnews.info/2015/04/10/esclusivo-focolaio-di-tubercolosi-in-hotel-che-ospita-clandestini-in-un-comune-vesuviano/

Ebbene, la nostra fonte in un’Asl napoletana è riuscita a sapere precisamente di qualche hotel si tratta.
E’ Il Rosone, hotel ristorante sito nel comune di Trecase, a via delle Colonne, 2.

Come ci viene detto, questo hotel si arricchisce a spese dei contribuenti onesti, ospitando clandestini africani, da diversi anni.

Qui alcune immagini dell’albergo/ristorante:

rosone pdm

null

null

Dal sito dell’hotel apprendiamo:

Il Rosone, situato alle falde del Vesuvio in un ambiente naturale, è dotato di un panoramico terrazzo solarium con vista sull’incantevole golfo di Napoli, nonchè di un ampio parcheggio privato.

L’Hotel offre tutti i comfort atti a soddisfare le esigenze di una clientela internazionale. Le 30 camere sono dotate di TV, servizi privati, terrazzo e aria condizionata. All’interno della struttura troviamo inoltre un salone per colazione, meeting, cerimonie e parco con piscina.
Il complesso è situato a pochi chilometri da Pompei e dalla costiera Amalfitana e Sorrentina, da esso sono facilmente raggiungibili, via mare, le isole di Capri ed Ischia.

Rispetterà i “diritti umani” dei ‘migranti’?

Ricordiamo che nessun giornale, neppure locale, si è occupato della vicenda: informare la popolazione sarebbe un dovere civico, ma in questo caso non si può perché sarebbe ‘rassista’.

E ricordiamo anche che per tentare di prevenire una possibile epidemia, le decine di africani presenti nella struttura saranno portati a zonzo a gruppetti, al presidio ospedaliero sito nel comune di Pollena Trocchia.
Qui sarà eseguito l’economico, ma non tanto sicuro, test di Mantoux per verificarne l’eventuale contagio.
Ovviamente, nessuno effettuerà alcun test a tutte le persone che sono venute a contatto con l’africano ( o gli africani) malato; considerando che come ci viene detto questi clandestini sono soliti andare a zonzo e bivaccare in svariati comuni vesuviano come: Trecase, Boscoreale, Terzigno.

Benvenuti nell’Italia di Renzie. E attenti a chi vi tossisce accanto.




Lascia un commento