Preso terrorista turco: era a Venezia

Condividi!

E’ stato catturato questa mattina un terrorista turco, tal Unal Erdel, che si trovava a Mestre ( Venezia), in vacanza con la famiglia. Erdel è ritenuto un pericoloso affiliato del Dhkp-c, organizzazione turca di ispirazione marxista-leninista che pochi giorni fa si è resa responsabile del sequestro di un pm a Instabul ( sequestro terminato con la morte dell’ostaggio).
Ora si trova in stato di arresto alla casa circondariale di Venezia.

L’uomo in realtà sarebbe anche “austriaco”; difatti è uno dei tantissimi turchi che negli ultimi decenni si sono ‘catapultati’ in Europa, specie Austria e Germania. Tale “diaspora” ( o meglio invasione) è il motivo per cui oggi il Dhkp-c è diffuso in maniera rilevante anche in Europa; insomma, un altro vantaggio dell’immigrazione…

Erdel è ricercato come importante reclutatore dell’organizzazione comunista turca; in passato aveva già partecipato nel 1994 all’affissione illegale di manifesti e striscioni nonché al lancio di bottiglie molotov ad Ankara, mentre nel 1995 aveva persino compiuto un attentato negli uffici della banca di Konia Street di Ankara. Un ottimo curriculum per venire a fare il “migrante” in Europa.

E interessante è come il “turco austriaco” sia stato arrestato. In pratica, dalla strage di Parigi dello scorso Gennaio, le strutture ricettive ( come l’albergo in cui si trovava il terrorista) hanno l’obbligo di inserire i dati degli ospiti in una banca dati comune, che può essere poi utilizzata dalle forze di polizia per ricerche mirate. Ovviamente, quindi, le uniche precauzioni che la nostra società sta prendendo per evitare l’ accadere di simili drammi, è limitare la nostra libertà e la nostra privacy; la libertà degli altri di invaderci è, invece, al sicuro..




Un pensiero su “Preso terrorista turco: era a Venezia”

Lascia un commento